Il seme comunista di Hutter che vive oggi

Parte conclusiva: La morte atroce di Hutter e la diffusione della fratellanza col suo nome

 

Hutter prese la sua fascina sulla sua schiena, come fecero i suoi assistenti; i confratelli e sorelle coi loro bambini e andarono via in coppia. “Loro erano così”, i loro Geschichts-Bücher o libri di storia riferiscono, “guidati nel campo come un armento di pecora. In nessun luogo era loro permesso di accamparsi finché arrivarono al villaggio di Tracht, nei possessi del signore del Liechtenstein. Là loro posarono in giù le fascine,  sulla brughiera larga, sotto il cielo aperto, con molte vedove disgraziate e bambini, ammalate con infanti.”

Con parole commoventi Hutter scrisse al governatore  von di Kuna Kunstadt: “Ora noi ci stiamo accampando sulla brughiera, senza svantaggio ad alcun uomo. Noi non vogliamo offendere o danneggiare alcun essere umano, così come anche per il nostro peggiore nemico. La nostra passeggiata nella vita è vivere nella verità e la rettitudine di Dio, in pace ed unità. Noi non esitiamo a dare conto della nostra condotta a chiunque. Ma chiunque dice che noi ci siamo accampati su un campo con così molti migliaia di persone, come se noi volessimo guerra o ci piacciano trattative, io sono un bugiardo ed una canaglia. Se tutto il mondo fosse come noi non ci sarebbe nessuna guerra e nessuna ingiustizia. Noi possiamo anche andare “in nessun luogo”; Dio in cielo ci mostra dove noi andremo. Noi non possiamo essere interdetti dalla terra, perchè la terra è del Padre paradisiaco; Lui possa fare di noi quello che vuole.”

Il passo diede luogo soltanto a più grandi sforzi per catturare Hutter

La fratellanza stessa insistette con Hutter per farlo andare via. Lui consegnò il suo ufficio a Hans Amon ed offrì il suoi addio ai parenti; con dolore, ed il dolore fu grande perchè lo videro andare via. Quelli che rimasero furono sparsi, alcuni qui ed alcuni là. Una parte del gruppo si stabilì a Steinabrunn nella Austria più bassa, alcuni sugli appezzamenti di terreno di signori che non si sentirono limitati dall’ultima delibera. L’ideale di Hutter , “la fratellanza”, fu separata, ma si preservò in piccoli gruppi numerosi. Molti che non erano capaci di sopportare le prove dei confratelli ritornarono a casa.

Così molti ritornarono in Tirolo. Là, condotte da Hutter, cominciarono di nuovo la loro evangelizzazione. “I tiranni irreligiosi”, lui scrive alla sua chiesa desolata, non “sanno ancora che noi siamo qui. Concessione di Dio che loro non lo scoprono.” Ma ancoraprima che Hutter apparve in Tirolo il suo intendimento ha riecheggiato ovunque, “gli Anabattisti della Moravia stanno errando attraverso il paese!” Gli ordini pubblici subito furono emanati per il loro arresto. Durante il periodo, da inizio Settembre alla fine di novembre 1535, Hutter scrisse tre lettere ai confratelli in Moravia. Nell’uno lui scrisse, “Dio ha preparato di nuovo una chiesa. La sua gente sta aumentando in gran numero quotidiano. Il raccolto è quasi maturo, ma i lavoratori sono pochi”; in un altro lui parlò del “furioso” nemico. “Loro minacciano con il boia e gli ufficiali giudiziari.” “Il mare malvagio sta infuriando pazzamente. Io temo

L’ultima lettera di Hutter, scritta poco prima della sua cattura indica il grande pericolo che lo circondava. Con così molti nemici  non poteva sperare di rimanere inosservato. Quando lui e la sua moglie incinta stavano passando la notte nella casa di Hans Steiner, un primo sagrestano, a Clausen ,  sono stati sorpresi dall’impiegato di Seber ed dal giudice urbano Riederer ed insieme con Anna Steiner di St. Giorgio e la moglie anziana del sagrestano, sono stati portati alla fortezza episcopale vicina di Brandzell.

La cattura di Hutter  fu riportata a Brixen e da là il 1 dicembre ad Innsbruck, dove le notizie furono ricevute con piacere, e gli ordini furono subito pubblicati per trasferire Hutter ad Innsbruck, perchè lui non era un prigioniero comune, ma un leader; il destino di sua moglie era di succedergli di fronte al giudice urbano in Clausen. Nella borsa di Hutter furono trovate lettere da Hans Amon in Moravia, che furono spedite ad Innsbruck con le asserzioni sulle donne arrestate.

Hutter fu imprigionato poi ad Innsbruck sotto forte scorta il 9 dicembre,  in un clima severamente freddo, e fu interrogato due giorni dopo. I tentativi fatti da Dott. Gallus Müller per convertirlo risultarono infruttiferi. Anche se lui avesse ritrattato, il suo tragico fato non sarebbe stato distolto, per la finale decisione di Ferdinando, “Noi siamo determinati che anche se Hutter dovrebbe riconoscere il suo errore, noi non lo perdoneremo, perchè lui ha fuorviato molto lontano troppi,  noi lasceremo la sanzione penale che lui ha meritato per aver  fatto il suo corso.” Lui doveva essere interrogato da vicino sulla sua attività con e senza la terra, e tutte le precauzioni dovevano essere prese per non lasciare che fosse sostituito con gli altri leader della Moravia; ordini a questo scopo  erano già stati spediti in Moravia.

Apparentemente  si aspettava che Hutter sarebbe stato convertito all’ultimo, ma questo non fu realizzato, né dai tormenti dell’imprigionamento né dalla fustigazione barbara. Hutter fu risoluto fermamente nelle questioni della fede né tradì i suoi confratelli. Lui sopportò ogni grado di tortura terribile e “rimase fermo fino alla fine.” La sentenza lo condannò alla morte da fuoco. La corte aveva dubbi riguardo all’opportunità di un’esecuzione pubblica; ma il re non avrebbe acconsentito nell’averlo giustiziato con la spada nella quiete di un alba; lui insistè su un’esecuzione pubblica al palo. Morì 25 febbraio 1536, e nelle parole di Hans Amon, “lui diede un grande sermone attraverso la sua morte, per Dio era con lui.” Un fratello fidato subito fu spedito in Moravia dalla fratellanza orfana per rinascere li

La moglie di Hutter era stata esaminata nel frattempo in Brandzell, ma come dice il rapporto ufficiale, persistè “in lei l’opinione sciocca ed ostinata.” Lei fu trasferita a Gufidaun, dove un uomo dotto ed accorto fu assegnato per convertirla dal suo errore, ma lei scappò prima che lui arrivò. Due anni più tardi lei cadde di nuovo nelle mani del governo e fu giustiziata a Schöneck

La morte di Hutter fu commemorata in una canzone dai suoi aderenti alla confraternita. Ma i suoi vecchi oppositori – un certo Gabriel Ascherham – portò il rancore anche oltre la sua morte. Solamente Filippo Plener, anche lui un oppositore nel periodo Moraviano di Hutter, diede un verdetto di giusto: “Nessuno provvide così fedelmente per le persone in questioni temporali o spirituali come Hutter. Mai non era lui stato trovato infedele. Attraverso lui il Dio raggruppò e preservò la sua gente.” In generale i suoi fratelli riconobbero il suo servizio dei Anabattisti moraviani nel riattivare disciplina ed ordine, confermando la “comunità” in opposizione alle ambizioni private e distruttive, pulendolo da elementi impuri, e distogliendo gli abusi che hanno portato risoluzione dei gruppi negli altri luoghi.

La replica ad un’indagine riguardo il contenuto del suo insegnamento, è concentrato  sugli Articoli di Fede di Schleitheim (Libri storici 41 -44), comune all’Anabattisti della Germania meridionale e Austria. Anche Jeronyme Kräls Bekanntnuss e  l’etica di Rechenschaft il christlichen di Artikel betreffend di Glaubens che Kräl presentò al governo a Vienna nel 1536, può essere considerato una riflessione delle parole personali di Hutter. Il suo spirito è rivelato ulteriormente nel Rechenschaft e sia Zeugnuss dei confratelli che furono portati da Steinabrunn a Trieste come schiavi nel 1540; il completamento del suo sistema dottrinale è trovato nella Rechenschaft unserer Religione, e in Lehr Glaubens, scritto nel 1540 da Pietro Riedemann.

La fratellanza degli Hutteriti, dopo la morte del suo fondatore, ha sviluppato e ha mantenuto il suo carattere comunista definito al tempo presente.

Degli scritti di Hutter solamente  otto epistole sono state preservate

Annunci

La grande fuga dal cattolicesimo in Europa degli Hutteriti

Un lavoro impegnativo quello della traduzione ma ci credo

 

Seconda parte: l’emigrazione dalla Moravia degli Hutteriti verso nuove terre passando dal Liechtenstein

Il governo indicò in una lettera al Re Ferdinando a Vienna che “da due anni a quella parte non passava proprio un giorno che le questioni Anabattiste non pervenivano al Consiglio “e più di 700 persone erano state in parte condannate, in parte espulsi, in parte è fuggite, col disagio di lasciare le loro proprietà così come i loro bambini.” Tutte le sentenze erano senza profitto. “Queste persone non solo non hanno nessun orrore della punizione, ma si comportano fra loro in modo eguale; raramente uno si è convertito al cattolicesimo; quasi tutti desiderano morire per la loro fede.”

Hutter lavorò senza paura. Nell’inizio dell’estate del 1530 scrisse una lettera in Moravia. Ma mentre stava dedicando tutta la sua energia alla cura dei suoi confratelli a casa, i conflitti sorsero in Austerlitz nell’ inverno del 1530, che minacciarono la stessa esistenza della congregazione e  divisero in due campi ostili l’assetto interno. Le cause di questa divisione erano un uso erroneo delle regolamentazioni ecclesiastiche dei ministri ordinati, l’ irregolarità nella disciplina di chiesa, la cattiva amministrazione di possessi, la mancanza di tatto in casi critici, l’ambizione di certi individui di tutto, che Reublin (rumeno)criticò bruscamente nella sua lettera a Pilgram Marpeck 1531.

Una parte della congregazione andò poi ad Auspitz, ma non senza avere spedito un messaggero a Hutter, chiedendo a lui di investigare le difficoltà. Il gruppo di Austerlitz faceva lo stesso. Perciò Hutter e Schützinger ritornarono in Moravia:  investigarono  su”dove c’era l’errore nella disputa, e accertò che il gruppo di Austerlitz meritava per la maggior parte di essere biasimato.”

Dopo che loro avevano placato la disputa, tornarono in Tirolo, ma dovevano ritornare in Moravia l’anno successivo per ristabilire ancora una volta l’ordine. A questo punto l’Anabattismo entrò nel pieno fiore in Moravia. Dalla Slesia, Svevia, il Palatinato, e in Tirolo avvenne un  lungo flusso verso la Moravia.

A questo punto comincia la lotta Anabattista tirolese per la loro stessa esistenza.

L’anno 1533 segnò il clima della persecuzione degli Anabattisti in Tirolo e il governo non trascurò misure per la loro soppressione. Sforzi speciali furono fatti per catturare Hutter “che aveva portato così molte persone del distretto nella setta”. Ma nessuno si trovò che potesse chiedere la ricompensa offerta per la sua cattura. Quando finalmente fu deciso dagli Anabattisti nella regione di Gufidaun che la tirannia era arrivata al grado più alto, così che non era più possibile per “i santi” vivere là, Hutter fu incaricato di andare in Moravia per preparare  una casa nuova per gli emigranti.

11 agosto 1533, Hutter arrivò ad Auspitz con un compagno. La maggioranza della fratellanza desiderò accettare Hutter che fu conosciuto, per la sua azione energica, come il loro leader in quella situazione, contro leader correnti, come Schützinger, Philipp, e Gabriel. Questi leader si erano mostrati incapaci di una esecuzione energica della dottrina originale Anabattista. Loro non avevano nessuna presa chiara sulla vera fratellanza, e tesero ad aggrapparsi a simboli di famiglia, che erano incompatibili con dottrina Anabattista pura. Vi erano le lagnanze di Reublin sull’istruzione dei bambini, la differenza nel trattamento dei membri in cibo e vesti e mostravano la inadeguatezza rispetto al ruolo.

L’attacco di Hutter sul problema era diverso. I registri riferiscono che lui distribuì ai poveri i soldi raccolti dai membri: “Questo Jakob”, dice il libro di storia “portò anche un regalo temporale, un dolce sacrificio, un piccolo cibo affinché anche loro potevano rimborsare il loro debito del tempo di bisogno.” Più importante per  Hutter per la scelta dal destino fu il risveglio interno: “Lo Spirito Santo lo richiese, lo comandò.” Lui non poteva fuggirgli. Era il suo dovere riformare le questioni. Lui affermò enfaticamente questo, nel suo primo indirizzo di fronte alla fratellanza.

Dopo alcuni giorni, cominciarono i miglioramenti. Nonostante l’opposizione a  Lui di Schützinger e divenne il loro vescovo e pastore.

Gli Hutteriti formavano così una fratellanza e Hutter fu capace di condurli con una mano fissa. Dicono i Libri di Storia, “Lui mise la vera chiesa nel bel buon ordine dall’aiuto e della grazia di Dio, da allora in poi sono stati chiamati Hutteriti.” La perdita creata dal prelevamento di Schützinger e degli elementi insoddisfatti sotto il suo comando fu sostituito da somme fresche dal Tirolo.

In una lettera immediatamente scritta dopo che la separazione, Hutter attrasse da 120 a 130 persone, che erano entrate nelle ultime settimane. I rapporti che lui ha spedito dalla chiesa “santa” ad Auspitz e nel  Tirolo provocarono una vera migrazione di massa di Anabattisti in Moravia: vennero singolarmente ed in gruppi

Hutter dovette provvedere per la crescita continua e fu costretto a cercare case nuove; così nello stesso anno (1533), si stabilì a Schäckowitz, a sud di mezzo miglio da Auspitz. L’unica difficoltà seria sorse dalla loro rapporti con gli aderenti di Philipp, il suo oppositore che visse anche lui in Auspitz. Le somme dal Tirolo continuarono con cifre in aumento; nobili del Tirolese, come il von di Sigmund Wolkenstein, fecero pellegrinaggio ad Auspitz.

All’inizio del 1534 il movimento anabattista si diffuse  in tutto il Tirolo. Presto il governo fu scioccato da rapporti che quasi tutte le valli nel distretto di Sterzing erano piene di loro riferimenti; tre leader erano stati in Moravia e stavano operando nella regione di Schwatz. Allo stesso tempo fu riferito come diceria che il Hans Anion stava progettando di far emigrare le persone  che lui aveva fuorviato dalla vera fede nella Valle Pusteria e in altri luoghi”.  In Moravia , prossima alla primavera,. anche se gli ordini continuarono ad essere pubblicati per proteggere le barche sul Fiume,  gli emigranti riuscirono ad arrivarci. Può essere immaginato che piacere il rapporto – falso, sicuramente – creato in Brixen che Hutter e Hans Amon erano stati afferrati a Linz.

Un numero considerevole di confratelli fu catturato alla valle di Hohen nell’ Austria più Bassa; a loro Hutter scrisse una lettera lunga di consolazione. Qui in Auspitz, lui disse, c’era anche una grande tribolazione. In Tirolo erano molti di più i fratelli. Anche, questi stavano preparandosi per andare in Moravia sotto il comando instancabile di Hans Amon

Ma gli affari in Moravia aveva preso anche una svolta al peggio per gli Anabattisti. Il colpo che stava per colpirli era stato preparato da molto tempo in conseguenza degli eventi che avevano avuto luogo in Münster; ma non si materializzò fino a che ne 1535 la dieta di Moravia, alla quale fu presente Ferdinando I  in persona, accolse il suo augurio di  avere tutti gli Anabattisti espulsi. Invano quest’ultimi si lamentarono, dicendo che non erano illegali i loro possessi.

Nessuno in Moravia in precedenza aveva mai avuto motivo di lagnanza contro il  governo. Ma se il sovrano o le autorità feudali richiedessero un tributo o tasse, loro erano disposti a pagare tanto quanto loro era in grado, se gli fossero permessi di tenere solamente  il loro lavoro e la loro religione. Una petizione arrivò davvero alla Corte, ma fu trascurata. Marshall Johann von che Lipa,  che li prese nella sua protezione, fu minacciato ed ebbe lo sfavore del Re. Loro dovevano emigrare a povertà disgraziata in Europa.

 

 

La fuga dal Tirolo della fratellanza Hutterita

Prima parte: la fuga dalla Val Pusteria anche dell’altoatesino Hutter e degli hutteriti

 

È un’assunzione falsa considerare il semplice e autodidatta cappellaio Jakob Hutter il fondatore e iniziatore dell’Anabattismo in Tirolo; poiché il movimento Anabattista stava prosperando da molto quando Hutter vi entrò. Ma è sicuro che nessuno dei suoi predecessori o successori nel movimento Anabattista orientale l’uguagliò in importanza; nessuno aveva successo creando e riformando.

Lui non solo permise alla causa un appoggio forte quando aveva cominciato ad oscillare in momenti estremamente difficili ma era anche il fondatore di quell’organizzazione particolare che si preservò in Moravia col suo carattere comunista e  alla fine, fu il fondatore della fratellanza chiamò come lui, quale ancora delle colonie crescono oggi sul continente americano. È perciò facile capire quando Libri di Storia degli Anabattisti parlano di lui con l’encomio più alto, e cominciano “A quello tempo venne, dal nome di Jakob”

Lui era un nativo del piccolo villaggio di Moos vicino a San Lorenzo vicino Brunico, nella Valle Pusteria (Alto Adige) del Tirolo. Scarsamente istruito dalla scuola a Brunico, andò a Praga ad imparare l’arte del cappellaio. Poi lui cominciò i suoi viaggi nell’interesse del suo mestiere e finalmente si stabilì a Spittal a.d. Drau in Carinzia. In Klagenfurt probabilmente fece il suo primo contatto con gli insegnamenti dell’Anabattisti e divenne così significativo per il suo sviluppo interiore. Lui non era mai stato in Slesia o Baviera, e conobbe dotto  Gabriel Ascherham ed i suoi slesiani solamente quando nel 1529 venne in Moravia per trovare un luogo quieto per la sua piccola congregazione. Non si sa nemmeno quando lui fu (ri)battezzato, ma è certo che fu dopo che lui aveva accettato l’alleanza della grazia di una buona coscienza in battesimo cristiano, con la vera volontà a condurre una vita devota a Dio

 

In questa posizione prima viaggiò attraverso la Val Pusteria, Tirolo. Una delle prime piccole congregazioni che lui ha capeggiato era quella a Welsperg. Qui i suoi aderente assemblarono  alternativamente nella casa di suo parente, Balthasar Hutter, o Andreas Planer, un falce di fabbro. Nel luogo, secondo lui, battezzò dieci persone in un giorno. Il governo conobbe questa “sinagoga” nel maggio 1529 ed ordinò Christoph Herbst, lo sceriffo a Toblach-Welsberg  di sorprendere ed afferrare gli Anabattisti. Alcuni furono catturati, ma Hutter ed altri scapparono. Le dichiarazioni dei prigionieri furono spedite ad Innsbruck. Loro raggrupparono da loro che Jakob Hutter, un vero leader “battezzò gli altri per soldi”; quello che si è voluto dire è che ognuno doveva fare un contributo alla tesoreria comune.

Sebbene il leader scappò in quel momento, le autorità afferrarono la suo suora Agnese nel  1529. Lei prima si pentì per un breve periodo di tempo, ma subito ritornò alla fratellanza. Da questo atto la sua sentenza  fu pronunciata. La persecuzione del “pio nella terra” gradualmente crebbe nell’ intolleranza. Su ogni lato si vide il sangue dei martiri ed i pali che bruciano, le prigioni riempirono coi catturati, bambini desolati ed affamati a casa, con mai un raggio della speranza eccetto in Dio.

Poi alcuni ricordarono che il Signorotto di Osti aveva raggruppato un po’ di persone nel Suo nome nella città di Austerlitz in Moravia. Gli anzianii decisero di spedire i Fratelli Jakob e Sigmund Schützinger da loro per raccogliere informazioni. Dopo avere sentito il loro rapporto favorevole, la fratellanza in Tirolo decise di associarsi a quella in Moravia. Hutter nominò un collega di lavoro Jörg Zaunring (o Zaunried) per condurli, e spedì un piccolo gruppo dopo l’altro in Moravia. La maggior parte di loro erano membri della congregazione orfana di Georg Blaurock (lui era stato arso al palo a Klausen 6 Settembrino 1529). Singolarmente ed in gruppi, guidato da Dio dalla persecuzione che prevaleva in tutta la terra, gli Anabattisti cercarono la strada a Moravia. Non c’era proprio un’alternativa.

Le colonie comuniste hutterite ieri e oggi

Sempre la fonte inglese è la Marginal Mennonite Society che si avvale del portale Gameo, oggi con qualche problema di rete.

In questa data nel 1536 (31 marzo ), tre. #.Hutteriti. furono arsi al palo in. #.Vienna., Austria. I loro nomi erano: Hieronymus Kals, Michael Seifensieder, e Hans Oberecker.

Loro stavano passando solo attraverso la città, a loro modo andavano in Tirolo (Austria occidentale) quando loro furono catturati. Hieronymus era un insegnante fra i Confratelli in Moravia

foto di Marginal Mennonite Society.
In  questa data nel 1565 (26 febbraio), il  Francesco della  Sega fu stato giustiziato affogato in. #.Venezia., Italia. Come un normale giovane adulto, era caduto sotto l’influenza della folla di antitrinitari a Venezia. Si crede che lui fu ri-battezzato mentre vive in Italia.
Pìù tardi lui sentì circa gli. #.Hutterites. e viaggiò in Moravia per visitare molte delle loro sistemazioni. Lui fu entusiasmato, decidendo di stare e richiederne l’appartenenza. Probailmente  lui si sposò all’interno della comunità degli Hutteri e divenne un sarto. Lui fu catturato ed arrestato durante un viaggio di ritorno ad Italia nel 1562.
foto di Marginal Mennonite Society.
In questa data nel 1536 (25 febbraio), Jacob Hutter fu arso al palo nella piazza della città di. #.Innsbruck., Austria. Lui aveva approssimativamente 35 anni, un cappellaio di mestiere e un leader del. #.Anabattisti. nel Tirolo. I suoi seguaci abbandonarono più tardi la regione, e durante il corso degli anni sperimentarono molte privazioni e persecuzioni. Ma loro sopravvissero come una comunità e furono conosciuti nella storia come gli. #.Hutteriti. Oggi loro sono stanziati nei Grandi Piani degli USA ed nel Canada Occidentale (approssimativamente 45,000 persone in 460 colonie). Loro praticano la comunione totale dei beni, il pacifismo assoluto, e la semplicità in modo di vivere.
foto di Marginal Mennonite Society.

Ed ecco un  videotape …

Meghan Roberts parla di una squadra di hockey delle donne Hutterite allacciata sui loro pattini per una partita amichevole di lunedì.
Le donne panettiere che infornano (punti) incorporarono le loro gonne tradizionali nelle loro uniformi di hockey portandoli sopra pattini ed imbottitura. Maendel disse che le loro uniformi aiutano il loro gioco. ‘È un vantaggio. I pantaloni di hockey sarebbero un pezzo equo più grosso. E è anche agile. Quindi io penso che noi possiamo pattinare più veloci a causa delle gonne.’ … Sebbene il gioco era amichevole, qualcuno doveva allontanarsi con una vittoria. La squadra di Colonia del Baker Hutterite prese il gioco, con un risultato finale di 6-1
Un torneo di hockey annuale tra le Fanciulle MacGregor di Ferro e le donne dalla Colonia Baker Hutterite determinò  una folla enorme su “Luigi Riel day”.
In data incerta nel febbraio 1571,Wolf Binder è stato giustiziato decapito in. #.Scharding. a Inn, Austria. Lui era un. #.Hutterita.. (litografia di Jan Luiken per uno specchio dei martiri.)
foto di Marginal Mennonite Society.

In questa data nel 1528 (30 gennaio), due uomini e tre donne furono arse al palo in. #.Bamberg., Germania (Baveria). Loro erano. #.Anabattisti.. I loro nomi erano: Endres Weiss, Hans Weischenfelder, Elise Koch, Margarethe Petz e Katharina Rosner. Hans testimoniò che lui era stato in viaggio per la  Moravia per associarsi agli Hutteriti quando fu arrestato.

foto di Marginal Mennonite Society.

In questo giorno nel 1559 (4 gennaio.), Tillmann Schneider e Mathias Schmidt furono giustiziati in. #.Aachen., Germania. Loro erano. #.Hutteriti, parte di un più grande gruppo nel quale era stato arrestato ad Aachen 1558. (litografia  di Jan Luiken per uno Specchio dei Martiri.

foto di Marginal Mennonite Society.

In  questa data nel 1546 (22 Nov), quattro. #.Hutteriti. furono decapitati a. #.Vienna., Austria. I loro nomi erano: Blasius Beckh, Anthoni Keim, Leonhard Schneider, e Hans Staudacher.

foto di Marginal Mennonite Society.

In questa data nel 1538 (31 Ottobre). #.Hutterite. leader Onophrius Griesinger fu arso al palo in. #.Brixen., Italia.

foto di Marginal Mennonite Society.

In questa data del 1558 (21 Ottobre), Hans Weckh e suo cognato Heinrich Adams furono giustiziati in. #.Aachen., Germania. Loro erano. #.Hutteriti.
.
(source/fonte : www.gameo.org ora con problemi sulla rete)

foto di Marginal Mennonite Society.
Il sospetto ed opposizione che salutarono Hutteriti quando  arrivarono in Canada in 1918 si concretizzò  nell’Atto di Proibizione di Vendite dei Terreni (1942.1947) di Alberta e l’Atto di Proprietà Comunale (1947.1973), i quali ora sono descritti dal sito web dei Diritti umani canadesi   ‘fra i pezzi discriminatori e più chiassosi di legislazione in storia canadese.’ Quello è perché “i niqab femminili  elevano così molte bandiere rosse per me, personalmente.”
Come una donna dalla cultura Hutterite io ho speso la mia carriera di scrittura che tenta di riabilitare decadi di azioni di guerra ed i travisamenti sulla mia gente…
RLINGTON, S.D. il Suo benessere degli occhi è  con ferite lacere, Simon Decker richiamò il colpo devastatore inflitto quasi cinque mesi fa quando l’influenza aviaria annientò 65,000 tacchini e 40,000 polli su suo orientale…

In questa data nel 1585 (13 agosto), tre. #.Hutteriti. fu eseguita decapitazione in. #.Burghausen., Germania. I loro nomi erano: Hans Aichner, Jan Raufer, e Jörg Bruckmaier.

foto di Marginal Mennonite Society.

In questa data nel 1592 (27 luglio), un. #.Hutterita. chiamato Matthias Mair è stato giustiziato affogato in qualche luogo nella regione di Baden della Germania meridionale. Lui era un nativo di Tirolo, Austria ed era un diacono di Hutterita da quattro decadi. (Litografia di Jan Luiken per uno specchio dei martiri.””)

foto di Marginal Mennonite Society.

In questa data nel 1560 (19 luglio), Hans Leitner e Klaus Felbinger furono decapitati in. #.Landshut., Baviera, Germania. Loro erano. #.Hutteriti..

foto di Marginal Mennonite Society.

In  questa data nel 1585 (5 luglio ), Leonhard Summerauer fu decapitato in. #.Burghausen., Germania. Lui era un. #.Hutterita..

foto di Marginal Mennonite Society.

In questa data nel 1561 (10 giugno), tre. #.Hutteriti. furono giustiziati in. #.Innsbruck., Austria. Eustachius Kotter, un muratore della pietra, è stato  messo a morte, decapitandolo . Jörg Rack, un diacono Hutterita fu decapitato dopo. Hans Mandl, un cestaio fu allacciato ad una scala e gettato vivo sopra un fuoco coi cadaveri dei suoi fratelli.

foto di Marginal Mennonite Society.

In questo giorno Commemorativo, ecco i nomi di alcuni obiettori il cui valore è da ricordare  coscienziosamente, alcuni di loro abbandonarono le loro vite perché loro rifiutarono a possedere una uniforme da college militare e a andare a guerreggiare:

Cyrus Pringle (May 6, 1838 – May 25, 1911) (Quaker)
Archibald Baxter (Dec. 13, 1881 – Aug. 10, 1970) (Socialist)
Arthur Eddington (Dec. 28, 1882 – Nov. 22, 1944) (Quaker)
Roger Nash Baldwin (Jan. 21, 1884 – Aug. 26, 1981) (Unitarian)
Mark Briggs (April 6, 1884 – March 15, 1965) (Socialist)
Michael Hofer (July 13, 1893 – Dec. 2, 1918) (Hutterite)
Harold S. Gray (Feb. 23, 1894 – April 5, 1972)
Joseph Hofer (Oct. 25, 1894 – Nov. 29, 1918) (Hutterite)
Floyd Schmoe (Sept. 21, 1895 – April 20, 2001) (Quaker)
Paul Comly French (March 19, 1903 – June 3, 1960) (Quaker)
Arndt Pekurinen (Aug. 29, 1905 – Nov. 5, 1941)
Kenneth Rexroth (Dec. 22, 1905 – June 6, 1982)
Bennett W. Andrews (Sept. 13, 1906 – May 2, 1994)
Franz Jagerstatter (May 20, 1907 – Aug. 9, 1943)
Wally Nelson (March 27, 1909 – May 23, 2002)
Julien D. Cornell (March 17, 1910 – Dec. 2, 1994) (Quaker)
Glenn E. Smiley (April 19, 1910 – Sept. 14, 1993) (Methodist)
William Stafford (Jan. 17, 1914 – Aug. 28, 1993) (Church of the Brethren)
Sun Ra (May 22, 1914 – May 30, 1993)
Wilhelm Kusserow (Sept. 4, 1914 – April 27, 1940) (Jehovah’s Witness)
George Willoughby (Dec. 9, 1914 – Jan. 5, 2010) (Quaker)
Ralph DiGia (Dec. 13, 1914 – Feb. 1, 2008)
James Peck (Dec. 19, 1914 – July 12, 1993)
David Dellinger (Aug. 22, 1915 – May 25, 2004)
George Houser (June 2, 1916 – ) (Methodist)
Igal Roodenko (Feb. 8, 1917 – April 28, 1991)
Gordon Zahn (Aug. 7, 1918 – Dec. 9, 2007)
Alex Comfort (Feb. 10, 1920 – March 26, 2000)
Wolfgang Kusserow (March 1, 1922 – March 28, 1942) (Jehovah’s Witness)
Ernie Goertzen (Feb. 14, 1926 – July 22, 2004) (Mennonite)
Paul Eddington (June 18, 1927 – Nov. 4, 1995) (Quaker)
James Lawson (Sept. 22, 1928 – ) (Methodist)
Staughton Lynd (Nov. 22, 1929 – ) (Quaker)
Muhammad Ali (Jan 17, 1942 – )
Steve Reid (Jan. 29, 1944 – April 13, 2010)

Altro…

foto di Marginal Mennonite Society.

Quale lingue parlano gli Hutteriti?
Manitoba Hutterite Linda Maendel lo spiega:

http://amishamerica.com/hutterite-language/

foto di Amish America.

Amish America

considerati chiesa sorella


Top this, praise bands.

Sung at Steinbach Evangelical Free Church – February 15th 2009 by The Prairie Praise hutterite youth choir
Da 1855 al 1890 questa struttura (poi nota come Giardino del Castello) nel Parco Batteria era usata  per trattanere gli  immigranti, precedentemente a Ellis Island. Il 17 luglio 1874, il primo Hutterita arrivare nell’U.S.  nel porto di NY sulla nave “Hammonia” e sarebbe stato trattato in questo edificio prima di capeggiare a  ovest, per stabilire la loro rete di colonie comuniste.
foto di Charlie Kraybill.

Charlie Kraybill

Castle Clinton, Battery Park, 2:40 pm

Fotografie assordanti da una colonia (il Green Acres Colonia in Manitoba) di Hutteriti, da un fotografo Hutterito che fu costretto ad andare via a causa della sua abitudine di fotografia. Per rispetto della privacy comunitaria.

.

Kelly Hofer fu forzato ad uscire dalla sua gente e famiglia all’età di 19 anni a causa del suo amore per la fotografia anche intima

In questo giorno del 1559 Tillmann Schneider e Mathias Schmidt furono giustiziati in ‪#‎Aachen‬, Germania. Erano  ‪#‎Hutteriti‬.

foto di Marginal Mennonite Society.

Schneider, Tillmann (d. 1559)

Cattura di Hans Smit, Hendrik Adamsz, Hans Bek Matthijs Smit, Dileman Snijder e 7 altri, Aachen 1558. Litografia di Jan Luiken in, v. 2, p. 209 di edizione olandese. Scansione provveduta da [http://www.bethelks.edu/mla/holdings/scans/martyrsmirror/ Mennonite Biblioteca ed Archivi]

Tillmann Schneider, (Dileman Snijder) un martire deglii Hutteriti, è stato messo a morte il 4 gennaio 1559, ad Aachen, Germania insieme con Matthias Schmidt. Bibliografia Braght, Thieleman J.

Braght, Thieleman J. van. The Bloody Theatre or Martyrs’ Mirror of the Defenseless Christians Who Baptized Only upon Confession of Faith and Who Suffered and Died for the Testimony of Jesus Their Saviour . . . to the Year A.D. 1660. Scottdale, PA: Herald Press, 1951: 588. Available online at: http://www.homecomers.org/mirror/index.htm.

Wolkan, Rudolf. Geschicht-Buch der Hutterischen Brüder. Macleod, AB, and Vienna, 1923: 299.

Zieglschmid, A. J. F. Die älteste Chronik der Hutterischen Brüder: Ein Sprachdenkmal aus frühneuhochdeutscher Zeit. Ithaca: Cayuga Press, 1943: 393.

Date Published 1959
 Cite This Article

MLA style
, . (1959). Schneider, Tillmann (d. 1559). Global Anabaptist Mennonite Encyclopedia Online. Retrieved 26 April 2016, from http://gameo.org/index.php?title=Schneider,_Tillmann_(d._1559)&oldid=130101

In questa data, nel 1918 Giuseppe Hofer (il 25 ottobre 1894 – novembre 29 1918), un pacifista di “Hutteriti e C.O.”, morì come risultato di trattamenti disumani sofferti nelle  prigioni militari US. Giuseppe e tre altri Hutteriti (due di chi erano i suoi fratelli) furono chiamati alle armi nell’Esercito nell’ estate del 1918. A loro fu ordinato di  Campeggiare a Lewis, ma al loro arrivo rifiutarono di stare in piedi in formazione, portare l’uniforme, o cooperare con ufficiali in alcun modo. Dopo un paio di mesi  mesi… non-cooperazione, i quattro uomini furono processati e condannarono a 20 anni. Loro furono inviati via ad Alcatraz, alla Baia di San Francisco dove il loro rifiuto per rispettare ordini dati luogo a molti mesi di trattamento abusivo (segregazione cellulare, shackling, bastonate, diete di fame, esposizione agli elementi nocivi). A novembre 1918, gli uomini furono trasferiti a Forte Leavenworth, Kansas. Giuseppe morì nella mattina del 29 novembre, subito dopo sua moglie, Maria, arrivata per visitare. Quando Maria era capace di vedere il corpo di suo marito, lei notò che lui fu vestito nell’uniforme militare che lui aveva rifiutato di porsi mentre era vivo. Il fratello di Giuseppe, Michael (il 13 luglio 1893 – dicembre 2 1918), morì alcuni giorni più tardi. Dopo le morti dei fratelli di Hofer, molte colonie di Hutterite fecero bagagli e si trasferirono in Canada per evitare la persecuzione per il loro pacifismo  verso nord.

.

New Testament trivia question: Who said this line: “Jesus, remember me when you come into your kingdom.”? And what was said in response?

Sung at Steinbach Evangelical Free Church – February 15th 2009 by The Prairie Praise hutterite youth choir.
youtube.com

This is why I’d rather hang out at a Hutterian conference, or a Beachy Amish conference. I’m just not hip enough for the Mennonite Church USA with their “christian” “rappers” and their “christian” “hippity-hoppers.”

Sung at Steinbach Evangelical Free Church – February 15th 2009 by The Prairie Praise hutterite youth choir.
youtube.com

Hutteriti affrontano le persecuzioni dal governo per le loro credenze religiose. I Repubblicani verranno alla loro difesa come loro facevano per la chiesa cattolica?

Helena, Mont. . Colonie religiose di Hutteriti in Montana rurale stanno lottando contro i tentativi dello stato di imporre una legge di lavoro: sono appoggiati da aziende che si lagnano loro che non possono superoffrire il costo basso dei lavoratori comunali. I Hutteriti sono i protestanti.

Hutterites – Part B

On this date in 1561 (June 10th), three ‪#‎Hutterites‬ were executed in ‪#‎Innsbruck‬, Austria. Eustachius Kotter, a stone mason, was put to death first, by beheading. Jorg Rack, a Hutterite deacon, was beheaded next. Finally, Hans Mandl, a basket-maker, was tied to a ladder and thrown alive onto a fire with the corpses of his brothers.
~The Marginal Mennonite Society Martyrs Series.

foto di Marginal Mennonite Society.

Fail, fail, and fail. Mainstream Mennos claim that Jesus is the center of their faith, but it is actually the teachings of Paul about Jesus that determine the doctrines and dogmas they hold most dear. If the teachings of Jesus the Jewish sage were really central, they’d be marginal Mennos. Mainstream Mennos claim community is central to their lives, but community has become little more than a buzzword and does not describe their lifestyles now that they have become assimilated into the American culture and money system. If you want to learn about anabaptist community you must go to the Amish and the Hutterites. Mainstream Mennonites claim that reconciliation is central to their work, but it’s really just another buzzword that hardly describes the Mennonite reality, as evidenced by the current splintering.

This is the first in a five-part series leading up to the Mennonite World Conference Assembly in Harrisburg, Pa.
canadianmennonite.org

 

On this Memorial Day, here are the names of some conscientious objectors worth remembering, some of whom gave up their lives because they refused to don the military uniform and go to war:

Cyrus Pringle (May 6, 1838 – May 25, 1911) (Quaker)
Archibald Baxter (Dec. 13, 1881 – Aug. 10, 1970) (Socialist)
Arthur Eddington (Dec. 28, 1882 – Nov. 22, 1944) (Quaker)
Roger Nash Baldwin (Jan. 21, 1884 – Aug. 26, 1981) (Unitarian)
Mark Briggs (April 6, 1884 – March 15, 1965) (Socialist)
Michael Hofer (July 13, 1893 – Dec. 2, 1918) (Hutterite)
Harold S. Gray (Feb. 23, 1894 – April 5, 1972)
Joseph Hofer (Oct. 25, 1894 – Nov. 29, 1918) (Hutterite)
Floyd Schmoe (Sept. 21, 1895 – April 20, 2001) (Quaker)
Paul Comly French (March 19, 1903 – June 3, 1960) (Quaker)
Arndt Pekurinen (Aug. 29, 1905 – Nov. 5, 1941)
Kenneth Rexroth (Dec. 22, 1905 – June 6, 1982)
Bennett W. Andrews (Sept. 13, 1906 – May 2, 1994)
Franz Jagerstatter (May 20, 1907 – Aug. 9, 1943)
Wally Nelson (March 27, 1909 – May 23, 2002)
Julien D. Cornell (March 17, 1910 – Dec. 2, 1994) (Quaker)
Glenn E. Smiley (April 19, 1910 – Sept. 14, 1993) (Methodist)
William Stafford (Jan. 17, 1914 – Aug. 28, 1993) (Church of the Brethren)
Sun Ra (May 22, 1914 – May 30, 1993)
Wilhelm Kusserow (Sept. 4, 1914 – April 27, 1940) (Jehovah’s Witness)
George Willoughby (Dec. 9, 1914 – Jan. 5, 2010) (Quaker)
Ralph DiGia (Dec. 13, 1914 – Feb. 1, 2008)
James Peck (Dec. 19, 1914 – July 12, 1993)
David Dellinger (Aug. 22, 1915 – May 25, 2004)
George Houser (June 2, 1916 – ) (Methodist)
Igal Roodenko (Feb. 8, 1917 – April 28, 1991)
Gordon Zahn (Aug. 7, 1918 – Dec. 9, 2007)
Alex Comfort (Feb. 10, 1920 – March 26, 2000)
Wolfgang Kusserow (March 1, 1922 – March 28, 1942) (Jehovah’s Witness)
Ernie Goertzen (Feb. 14, 1926 – July 22, 2004) (Mennonite)
Paul Eddington (June 18, 1927 – Nov. 4, 1995) (Quaker)
James Lawson (Sept. 22, 1928 – ) (Methodist)
Staughton Lynd (Nov. 22, 1929 – ) (Quaker)
Muhammad Ali (Jan 17, 1942 – )
Steve Reid (Jan. 29, 1944 – April 13, 2010)

Altro…

foto di Marginal Mennonite Society.

 

 

Hutterite woman, warrior pose.foto di Kelly Hofer.

What language do Hutterites speak?
Manitoba Hutterite Linda Maendel explains Hutterisch in today’s post: http://amishamerica.com/hutterite-language/

foto di Amish America.

Amish America

What language do Hutterites speak?

Manitoba Hutterite Linda Maendel explains Hutterisch in today’s post: http://amishamerica.com/hutterite-language/

 

Top this, praise bands.

Sung at Steinbach Evangelical Free Church – February 15th 2009 by The Prairie Praise hutterite youth choir

On this date in 1536 (Feb. 25th), Jacob Hutter was burned at the stake in the town square of ‪#‎Innsbruck‬, Austria. He was about 35 years old, a hatmaker by trade, and a leader of the ‪#‎Anabaptists‬ in the Tyrol. His followers fled the region, and over the years experienced many deprivations and persecutions. But they survived as a community and have become known to history as the ‪#‎Hutterites‬. Today they can be found in the Great Plains states and in Western Canada (about 45,000 persons in 460 colonies). They practice total community of goods, absolute pacifism, and simplicity in lifestyle.
~The Marginal Mennonite Society Martyrs Series.

foto di Marginal Mennonite Society.

From 1855 to 1890 this structure (then known as Castle Garden) in Battery Park was the facility for processing immigrants, preceding Ellis Island. On July 17, 1874, the first Hutterites to arrive in the U.S. landed in NY harbor on the ship “Hammonia” and would have been processed in this building before heading west to establish their network of communistic colonies.

foto di Charlie Kraybill.

Charlie Kraybill

Castle Clinton, Battery Park, 2:40 pm

 

Stunning photographs from inside a Hutterite colony (the Green Acres Colony in Manitoba), by a Hutterite photographer who was forced to leave because of his photography habit.

Kelly Hofer was forced to leave his family and his people at age 19 to pursue his love of photography, but before he left he captures some of the first intimate…
dailymail.co.uk

On this day, in 1559 (Jan. 4th), Tillmann Schneider and Mathias Schmidt were executed in ‪#‎Aachen‬, Germany. They were ‪#‎Hutterites‬.

foto di Marginal Mennonite Society.

Schneider, Tillmann (d. 1559)

Capture of Hans Smit, Hendrik Adamsz, Hans Bek, Matthijs Smit, Dileman Snijder, and 7 others, Aachen, 1558. Engraving by Jan Luiken in , v. 2, p. 209 of Dutch edition. Scan provided by [http://www.bethelks.edu/mla/holdings/scans/martyrsmirror/ Mennonite Library and Archives]

Tillmann Schneider, (Dileman Snijder), a Hutterite martyr, was put to death on 4 January 1559, at Aachen, Germany, together with Matthias Schmidt.Bibliography Braght, Thieleman J. van. Het Bloedigh Tooneel of Martelaers Spiegel der Doopsgesinde of Weereloose Christenen, Die om ‘t getuygenis van Jesus haren Salighmaker geleden hebben ende gedood zijn van Christi tijd of tot desen tijd toe. Den Tweeden Druk. Amsterdam: Hieronymus Sweerts, 1685: Part II, 209.

Braght, Thieleman J. van. The Bloody Theatre or Martyrs’ Mirror of the Defenseless Christians Who Baptized Only upon Confession of Faith and Who Suffered and Died for the Testimony of Jesus Their Saviour . . . to the Year A.D. 1660. Scottdale, PA: Herald Press, 1951: 588. Available online at: http://www.homecomers.org/mirror/index.htm.

Wolkan, Rudolf. Geschicht-Buch der Hutterischen Brüder. Macleod, AB, and Vienna, 1923: 299.

Zieglschmid, A. J. F. Die älteste Chronik der Hutterischen Brüder: Ein Sprachdenkmal aus frühneuhochdeutscher Zeit. Ithaca: Cayuga Press, 1943: 393.

Date Published 1959
  Cite This Article

MLA style

, . “Schneider, Tillmann (d. 1559).” Global Anabaptist Mennonite Encyclopedia Online. 1959. Web. 26 Apr 2016. http://gameo.org/index.php?title=Schneider,_Tillmann_(d._1559)&oldid=130101.

APA style

, . (1959). Schneider, Tillmann (d. 1559). Global Anabaptist Mennonite Encyclopedia Online. Retrieved 26 April 2016, from http://gameo.org/index.php?title=Schneider,_Tillmann_(d._1559)&oldid=130101

On this date, in 1918, Joseph Hofer (October 25, 1894 – November 29, 1918), a Hutterian pacifist and C.O., died as a result of inhumane treatment suffered in U.S. military prisons. Joseph and three other Hutterites (two of whom were his brothers) were drafted into the Army in the summer of 1918. They were ordered to report to Camp Lewis, but upon their arrival they refused to stand in formation, wear the uniform, or cooperate with officers in any way. After a couple months of non-cooperation, the four men were court-martialed and sentenced to 20 years. They were shipped off to Alcatraz, in San Francisco Bay, where their refusal to obey orders resulted in several months of abusive treatment (solitary confinement, shackling, beatings, starvation diets, exposure to the elements). In November 1918, the men were transferred to Fort Leavenworth, Kansas. Joseph died on the morning of November 29, right after his wife, Maria, arrived to visit. When Maria was able to view her husband’s body, she found that he was dressed in the military uniform he’d refused to put on while alive. Joseph’s brother, Michael (July 13, 1893 – December 2, 1918), died a few days later. After the deaths of the Hofer brothers, many Hutterite colonies packed up and moved northward to Canada to avoid further persecution for their pacifism.

 

New Testament trivia question: Who said this line: “Jesus, remember me when you come into your kingdom.”? And what was said in response?

Sung at Steinbach Evangelical Free Church – February 15th 2009 by The Prairie Praise hutterite youth choir.
youtube.com

This is why I’d rather hang out at a Hutterian conference, or a Beachy Amish conference. I’m just not hip enough for the Mennonite Church USA with their “christian” “rappers” and their “christian” “hippity-hoppers.”

Sung at Steinbach Evangelical Free Church – February 15th 2009 by The Prairie Praise hutterite youth choir.
youtube.com

Hutterites face persecution from the government for their religious beliefs. Will Republicans come to their defense as they did for the Catholic church?

HELENA, Mont. — Religious colonies of Hutterites in rural Montana are fighting the state’s attempts to impose a labor law backed by businesses that complain they can’t outbid the low cost of the communal workers. The Hutterites are Protestants…
huffingtonpost.com

Jacob Hutter (died February 25, 1536). Hat-maker. Anabaptist. Christian communalist. Founder of the Hutterites. Burned at the stake in the central plaza of Innsbruck, Austria.

foto di Marginal Mennonite Society.

Hutterites, part A

Hutterites

On this date in 1536 (March 31st), three ‪#‎Hutterites‬ were burned at the stake in ‪#‎Vienna‬, Austria. Their names were: Hieronymus Kals, Michael Seifensieder, and Hans Oberecker. They were just passing through the city on their way to the Tyrol (western Austria) when they were captured. Hieronymus was a schoolmaster amongst the Brethren in Moravia.
~The Marginal Mennonite Society Martyrs Series.

foto di Marginal Mennonite Society.

On this date in 1565 (Feb. 26th), Francesco della Sega was executed by drowning in ‪#‎Venice‬, Italy. As a young adult, he had fallen under the influence of the antitrinitarian crowd in Venice. It is believed he was re-baptized while living in Italy. Later he heard about the ‪#‎Hutterites‬ and traveled to Moravia to visit several of their settlements. He was impressed, deciding to stay and request membership. Eventually he married within the Hutterian community and became a tailor. He was captured and arrested on a return trip to Italy in 1562.
~The Marginal Mennonite Society Martyrs Series.

foto di Marginal Mennonite Society.

 

On this date in 1536 (Feb. 25th), Jacob Hutter was burned at the stake in the town square of ‪#‎Innsbruck‬, Austria. He was about 35 years old, a hatmaker by trade, and a leader of the ‪#‎Anabaptists‬ in the Tyrol. His followers later fled the region, and over the years experienced many deprivations and persecutions. But they survived as a community and became known to history as the ‪#‎Hutterites‬. Today they are found in the Great Plains states and Western Canada (about 45,000 persons in 460 colonies). They practice total community of goods, absolute pacifism, and simplicity in lifestyle.
~The Marginal Mennonite Society Martyrs Series.

foto di Marginal Mennonite Society.

And here’s the videotape …

Meghan Roberts reports a hockey team of Hutterite women laced up their skates for a friendly match on Monday.
winnipeg.ctvnews.ca

“The Baker women incorporated their traditional skirts into their hockey uniforms by wearing them over skates and padding. Maendel said their uniforms help their game. ‘It’s an advantage. The hockey pants would be a fair bit more bulky. And it’s also lighter. So I think we can skate faster because of the skirts.’ … Though the game was friendly, someone had to walk away with a win. The Baker Hutterite Colony team took the game, with a final score of 6-1.”

An annual hockey tournament between the MacGregor Iron Maidens and women from the Baker Hutterite Colony drew a huge crowd on Louis Riel Day.
winnipeg.ctvnews.ca

On an uncertain date in February 1571, Wolf Binder was executed by beheading in ‪#‎Scharding‬ on the Inn, Austria. He was a ‪#‎Hutterite‬. (Engraving by Jan Luiken for Martyrs Mirror.)
~The Marginal Mennonite Society Martyrs Series.

foto di Marginal Mennonite Society.

 

On this date in 1528 (Jan. 30th), two men and three women were burned at the stake in ‪#‎Bamberg‬, Germany. They were ‪#‎Anabaptists‬. Their names were: Endres Weiss, Hans Weischenfelder, Elise Koch, Margarethe Petz and Katharina Rosner. Hans testified that he had been on his way to Moravia to join the Hutterites when apprehended.
~The Marginal Mennonite Society Martyrs Series.

foto di Marginal Mennonite Society.

On this day in 1559 (Jan. 4th), Tillmann Schneider and Mathias Schmidt were executed in ‪#‎Aachen‬, Germany. They were ‪#‎Hutterites‬, part of a larger group that had been arrested in Aachen in 1558. (Engraving by Jan Luiken for Martyrs Mirror.)
~The Marginal Mennonite Society Martyrs Series.

foto di Marginal Mennonite Society.

 

On this date in 1546 (Nov. 22nd), four ‪#‎Hutterites‬ were beheaded in ‪#‎Vienna‬, Austria. Their names were: Blasius Beckh, Anthoni Keim, Leonhard Schneider, and Hans Staudacher.
~The Marginal Mennonite Society Martyrs Series.

foto di Marginal Mennonite Society.

 

On this date in 1538 (Oct. 31st), ‪#‎Hutterite‬ leader Onophrius Griesinger was burned at the stake in ‪#‎Brixen‬, Italy.
~The Marginal Mennonite Society Martyrs Series.

foto di Marginal Mennonite Society.

 

On this date in 1558 (Oct. 21st), Hans Weckh and his brother-in-law Heinrich Adams were executed in ‪#‎Aachen‬, Germany. They were ‪#‎Hutterites‬.
~The Marginal Mennonite Society Martyrs Series.
(source: www.gameo.org)

foto di Marginal Mennonite Society.

The suspicion and opposition which greeted Hutterites when they first arrived in Canada in 1918 culminated in Alberta’s Land Sales Prohibition Act (1942–1947) and the Communal Property Act (1947–1973) which are now described by the Canadian Human Rights website as ‘among the most blatant discriminatory pieces of legislation in Canadian history.’ That is why the niqab issue raises so many red flags for me, personally.”

As a woman from the Hutterite culture I have spent my writing career trying to rehabilitate decades of hostilities and misrepresentations about my people an…
ARLINGTON, S.D. — His eyes welling with tears, Simon Decker recalled the devastating blow inflicted nearly five months ago when avian flu wiped out 65,000 turkeys and 40,000 chickens on his eastern…
mennoworld.org

 

On this date in 1585 (Aug. 13th), three ‪#‎Hutterites‬ were executed by beheading in ‪#‎Burghausen‬, Germany. Their names were: Hans Aichner, Wolf Raufer, and Jorg Bruckmaier.
~The Marginal Mennonite Society Martyrs Series.

foto di Marginal Mennonite Society.

Eight Suggestions for How MC USA Should Get Out of This Mess

1. Fire Ervin Stutzman immediately. No severance, no pension. Hire Lin Garber (Boston Mennonite) for one 4-year term as MC USA Executive Director.

2. Drop the word “missional” from all MC USA documents and PR materials. Cancel all church growth seminars and other events promoting a worldly evangelistic world-view.

3. Give pink slips to the Mennonite convention organizing staff. Thank them for their service, and let them go.

4. Going forward, hold adult conventions separately from youth gatherings, each event at a different location with different dates. Conventions should be organized with the goal of drawing no more than 1,500 persons.

5. Cancel all convention center reservations in Florida and immediately book the Goshen College campus for Convention 2017. Put the Assembly Mennonite congregation (Karl Shelly, pastor) in charge of logistics planning, in conjunction with the Garberite collective in Elkhart. Put Sara Wenger Shenk in charge of planning the program. The concept “bigger is always better” should be abandoned, to be replaced by guidelines based on traditional Mennonite values: simplicity, modesty, thrift, economy, humility.

6. Place an upper limit of $75 on Convention registration fees, with a sliding scale for low-income persons, including a bottom rate of zero dollars for those who can’t afford to pay anything. Make the registration form small enough to fit on a postcard, and then put it on a postcard. The goal would be to hold a bare-bones convention that could be paid for with a lean mean budget of $100,000.

7. Open up sororal and fraternal relations with our sisters and brothers in the Anabaptist/pacifist tradition: Amish, Brethren, Hutterite, Bruderhof, Quaker, and others. Move away from relations with groups in the Right-Wing Evangelical Republican traditions.

8. Send communications to all Lancaster Mennonite Conference churches that they will be gladly accepted back into the fold, upon receipt of a letter of apology from the Lancaster Bishop Board addressed to Executive Director Lin Garber and signed in Keith Weaver’s blood (obtained non-violently, of course).

Altro…

foto di Marginal Mennonite Society.

On this date in 1592 (July 27th), a ‪#‎Hutterite‬ named Matthias Mair was executed by drowning somewhere in the Baden region of southern Germany. He was a native of Tyrol, Austria, and had been a Hutterite deacon for four decades. (Engraving by Jan Luiken for “Martyrs Mirror.”)
~The Marginal Mennonite Society Martyrs Series.

foto di Marginal Mennonite Society.

 

On this date in 1560 (July 19th), Hans Leitner and Klaus Felbinger were beheaded in ‪#‎Landshut‬, Bavaria, Germany. They were ‪#‎Hutterites‬.
~The Marginal Mennonite Society Martyrs Series.

foto di Marginal Mennonite Society.

On this date in 1585 (July 5th), Leonhard Summerauer was beheaded in ‪#‎Burghausen‬, Germany. He was a ‪#‎Hutterite‬.
~The Marginal Mennonite Society Martyrs Series.

foto di Marginal Mennonite Society.
Partito Comunista Italiano Federazione di Varese

Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti. -- Antonio Gramsci

The Postmodern Quaker

An experiment in publishing by George Amoss Jr.

Ecumenics and Quakers

Newsletter by Maurizio Benazzi

A Friendly Letter

Chuck Fager -- Writer, Editor

Quaccheri Medio Olona

Sempre antifascisti: ieri e oggi. Anche domani - creato e gestito dai quaccheri in Italia

lessicocristianoblog

Nuova alleanza: usalo come preghiera