carità

Attiva dal 22 dicembre anche in Italia la piattaforma “Refugees Welcome”, per ospitare in casa i migranti

26.png

Quando la politica latita, ci pensano i cittadini. E’ il caso di “Refugees Welcome”, una bella iniziativa nata nel 2014 in Germania per offrire una casa ai migranti e ora approdata anche in Italia.

Si tratta di una sorta di airbnb della solidarietà, in cui famiglie o singoli mettono a disposizione una stanza per un rifugiato, impegnandosi ad accoglierlo per un periodo che va dai tre ai sei mesi. Per le spese, il sostegno viene da una raccolta fondi fra amici e sostenitori, un crowfounding dal basso, che si attiva con l’ingresso in casa del nuovo ospite. Una soluzione che unisce l’ospitalità alla condivisione della vita quotidiana in famiglia, aiutando così il rifugiato a integrarsi più facilmente nel paese di arrivo e magari contribuendo a ricreare quel calore domestico di cui, come ogni esiliato, sente la mancanza.

«Un nuovo modello di inclusione – come ha affermato Germana Lavagna, una delle fondatrici del progetto – che si affianca agli strumenti già attivi sul territorio per l’accoglienza dei migranti». Ricordiamo che nel 2014 i 28 paesi dell’Unione Europea hanno ricevuto 570.800 domande d’asilo, il 44% in più rispetto al 2013. In Italia gli arrivi sono stati più di 170.000, ma le persone che hanno fatto domanda d’asilo superano di poco i 63.000.

Chi vuole mettere a disposizione una stanza nella propria abitazione può quindi andare sul sito http://refugees-welcome.it e registrarsi: dopo un colloquio informativo, verrà subito messo in contatto con il rifugiato per l’inizio della convivenza. Un mediatore culturale aiuterà l’inserimento nel nuovo nucleo famigliare e lo staff di “Refugees Welcome” sarà comunque sempre disponibile per qualsiasi esigenza. Il progetto, oltre che in Germania e Italia, è attivo anche in Grecia, Svezia, Austria, Spagna, Polonia, Portogallo e Paesi Bassi.

 

PER un aiuto materiale di cibo a Milano consiglio

Pane Quotidiano, Viale Monza, 335, Milano MI, Italia

+39 02 2700 0468

Possono darvi un sacchetto di alimenti.

E c’è una lunga fila ogni giorno. Ma è sempre meglio di niente. Sono dei laici che non vi chiedono niente

I RIFERIMENTI LOCALI SONO SEMPRE GLI ASSISTENTI SOCIALI DEL PROPRIO COMUNE, se non siete di Milano

Opera San Francesco viale Piave 2, Milano,

Tel 0277122400 chiedi se hanno ancora la mensa

Ho trovato questo

Dormitorio Pubblico di Viale Ortles, 69

tel 025695268Uomini e donne senza dimora maggiorenni (gli stranieri devono avere regolare permesso di soggiorno). 13.30-8.30 Posti disponibili: 430. Accettazione: colloquio col servizio sociale (lu-ve 8-11) e schermografia. Ammissioni: ma gi, dopo aver fatto la schermografia e aver avuto parere favorevole dell’Ass. Sociale (tel. 02.62.26.1 solo nel pomeriggio). Costi: 1-1,50 € a seconda del reparto, per notte. Per gli ospiti funzionano alcuni servizi: servizio sociale, custodia bagagli, doccia ed infermeria tutti in forma gratuita; mensa serale: 1,50 € (salvo esenzioni).

Ecco anche

Dormitorio di via Calvino

Dormitorio comunale di via Anfossi

Dormitorio comunale di via Maggianico

Dormitorio della Fondazione Cardinal Ferrari

Dormitorio femminile di viale Isonzo

Capannone di piazzale Lodi, dormitorio con sacco a pelo.

Dormitorio “Il Villaggio della Misericordia”  di Affori fondato da Fratel Ettore

Centro Arca in via San Giovanni alla Paglia

Casa della Carità di via Brambilla

 

Ciò che abbiamo attestato dalle Scritture per la domenica è l’appello di Paolo per la colletta. Mai è stata abolito da Gesù il Sabato, solo da lui riformato. Per noi rimane valido di fare la carità per i profughi. Se avete segnalazioni di Enti laici che gradiscono ricevere aiuti in denaro o in beni segnalatelo per favore in modo che aggiorniamo i riferimenti che indichiamo e non solo per la città di Milano.

Domenica della Carità a Milano: Le opere buone sono un segno della presenza dello Spirito Santo in Te, che tu sia credente o non credente.

Lo Spirito Soffia infatti dove vuole

– Per ospitare una famiglia di profughi: il Comune mette a disposizione questa e.mail per indicare tempi e numero di posti casesolidali@comune.milano.it

– Offerte di materiale come biancheria intima nuova, asciugamani, prodotti per la cura del corpo, latte in polvere e pannolini (non altro) Hub stazione centrale – sottopasso Mortirolo angolo via Sammartini Cell. 342 1221235

– Arca: Via Aldini, 74 patrizia.sironi@insiemesipiofare.org o tamarapacchiarini@progettoarca.org per solo abbigliamento casual e sportivo soprattutto da uomo scarpe da ginnastica per tutti

– City Angels Via Paolini 4 sergio@cityangels.it vestiario uomo, scarpe uomo, asciugamani e articoli toilette

-Stazione Centrale, Memoriale Binario 21: stefanopasta@gmail.com biancheria intima, ciabatte per uomini, articoli da toilette

– Casa Suraya via Padre Salerio 51 f.sdraiati@farsiprossimo.it latte in polvere e omogenizzati di frutta e verdura, biancheria intima, succhi di frutta e merendine, scarpe, prodotti per la cura del corpo anche per i bambini, articoli da toilette, creme idratanti, detergenti, zaini e zainetti ma non vestiti.

 

 

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...